Homepage

Modifiche al D.Lgs 81/08 – somministrati e campo di applicazione

leggi e decretiIn attuazione del JobAct, è definitivamente stato approvato un decreto attuativo che riguarda anche la sicurezza del lavoro: è in Gazzetta il  Decreto Legislativo 81/2015 recante la disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni. Le modifiche sono già in vigore.

Il nuovo Decreto 81/15 abroga l’art. 3. comma 5, del decreto legislativo del Testo Unico in materia di sicurezza con un forte impatto su tutti i contratti di SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO invertendo completamente lo schema precedentemente vigente.

L’articolo 35 del D.Lgs 81/15, infatti,  stabilisce che il somministratore ha il compito di informare, formare e addestrare il lavoratore in materia di salute e sicurezza sul lavoro compreso l’uso delle attrezzature di lavoro. Rimane possibile modificare questo obbligo, spostandolo sull’utilizzatore, a livello contrattuale.

Si raccomanda di verificare con precisione i nuovi contratti di somministrazione di lavoro poichè, all’esecuzione degli obblighi di legge, conseguono ovviamente dei costi da imputare  delle responsabilità per la corretta gestione degli adempimenti.

Di seguito viene riportato l’art. 35, comma 4, del D.Lgs 81/15

“4. Il somministratore informa i lavoratori sui rischi per la sicurezza e la salute connessi alle attività produttive e li forma e addestra all’uso delle attrezzature di lavoro necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa per la quale essi vengono assunti, in conformità al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Il contratto di somministrazione può prevedere che tale obbligo sia adempiuto dall’utilizzatore. L’utilizzatore osserva nei confronti dei lavoratori somministrati gli obblighi di prevenzione e protezione cui è tenuto, per legge e contratto collettivo, nei confronti dei propri dipendenti.

  1. Nel caso in cui adibisca il lavoratore a mansioni di livello superiore o inferiore a quelle dedotte in contratto, l’utilizzatore deve darne immediata comunicazione scritta al somministratore consegnandone copia al lavoratore medesimo. Ove non abbia adempiuto all’obbligo di informazione, l’utilizzatore risponde in via esclusiva per le differenze retributive spettanti al lavoratore occupato in mansioni superiori e per l’eventuale risarcimento del danno derivante dall’assegnazione a mansioni inferiori.”

Inoltre l’art. 55 del D.Lgs 81/15 stabilisce la semplificazione degli adempimenti normativi in merito all’informazione, formazione e sorveglianza sanitaria per imprese agricole, con particolare riferimento ai lavoratori stagionali che non superano le 50 giornate lavorative, e per le imprese di piccole e/o medie dimensioni. La semplificazione degli adempimenti normativi sarà emanata entro 90 giorni dall’entrata in vigore del Decreto attuativo, ossia entro il mese di Settembre 2015.

  1. In considerazione della specificità dell’attività esercitata dalle imprese medie e piccole operanti nel settore agricolo, il Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, nel rispetto dei livelli generali di tutela di cui alla normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, e limitatamente alle imprese che impiegano lavoratori stagionali ciascuno dei quali non superi le cinquanta giornate lavorative e per un numero complessivo di lavoratori compatibile con gli ordinamenti colturali aziendali, provvede ad emanare disposizioni per semplificare gli adempimenti relativi all’informazione, formazione e sorveglianza sanitaria previsti dal presente decreto, sentite le organizzazioni sindacali e datoriali comparativamente più rappresentative del settore sul piano nazionale. I contratti collettivi stipulati dalle predette organizzazioni definiscono specifiche modalità di attuazione delle previsioni del presente decreto legislativo concernenti il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza nel caso le imprese utilizzino esclusivamente la tipologia di lavoratori stagionali di cui al precedente periodo

In riferimento all’attuazione della Legge 10 dicembre 2014, n.183 recante le disposizioni in materia di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, vogliamo sottolineare che risulta sottoposto ad esame preliminare il 6° Decreto Attuativo “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità” che, nell’ambito della Razionalizzazione e semplificazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, porterà a sostanziali modifiche nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

Daremo dettagliata notizia delle modifiche solo dopo l’approvazione del testo definitivo.

 

separatore

Benvenuti nel sito di Bernieri Consulting,
azienda di consulenza e servizi specializzata in

  • Servizi di consulenza di alta gamma,
  • Consulenza in materia di Sicurezza del lavoro,
  • Consulenza in materia di Privacy,
  • Consulenza in materia di responsabilità amministrativa d’impresa, 231/01
  • Consulenza per multinazionali e branch di società di diritto estero.

Safety by design —– Privacy by design