Fondo di sostegno per le vittime di gravi infortuni sul lavoro

Con la pubblicazione del Decreto del Ministero del lavoro del 15 marzo 2011 “Determinazione per l’esercizio finanziario 2011, degli importi dei benefici del Fondo di sostegno per le vittime di gravi infortuni sul lavoro” vengono definiti gli importi dei benefici erogati nell’anno 2011.

I soggetti beneficiari del fondo sono:

  • Il coniuge;
  • i figli (riconosciuti, riconoscibili e adottivi) fino alla maggiore età;
  • i figli fino al 21° anno di età se studenti di scuola media superiore o professionale;
  • i figli fino al 26° anno d’età se studenti universitari;
  • i figli maggiorenni inabili finché dura l’inabilità.

In assenza anche

  • I genitori, naturali o adottivi, se a carico del lavoratore deceduto;
  • fratelli e sorelle se a carico o conviventi con il lavoratore deceduto.

 

Ogni anno il Ministero del Lavoro, sulla base delle risorse disponibili e dell’andamento del fenomeno infortunistico determina l’importo “una tantum” di cui i superstiti possono beneficiare.

Per gli eventi occorsi dal primo gennaio al trentuno dicembre 2011 gli importi fissati sono:

 

  • Tipologia A nr. 1 superstite – 6.500 euro per nucleo superstiti;
  • Tipologia B nr. 2 superstiti – 10.500 euro per nucleo superstiti;
  • Tipologia C nr. 3 superstiti – 14.500 euro per nucleo superstiti;
  • Tipologia D più di 3 superstiti – 22.500 euro per nucleo superstiti.

 

Possono beneficiare della prestazione “una tantum” i superstiti dei lavoratori:

  • Assicurati ai sensi del T.U.;
  • non soggetti ad obbligo assicurativo (militari, vigili del fuoco, forze di polizia, liberi professionisti, etc.);
  • assicurati contro gli infortuni in ambito domestico.