Imminenti novità normative sulla sicurezza nelle manutenzioni

Il ministero del Lavoro ha presentato a Regioni e parti sociali le sue proposte per l’attuazione del Testo Unico sulla sicurezza (Dlgs 81/2008), con l’obiettivo di ridurre gli incidenti sul lavoro.

In primo luogo le misure relative alla patente a punti in edilizia e l’introduzione di un sistema di qualificazione delle imprese, che riguarderà anche le lavorazioni che si svolgono in ambienti confinati (es. cisterne e silos, navi, gallerie, ecc.). Per le ditte di manutenzione in ambienti confinati sarà imposta una specifica formazione del personale e il possesso dei dispositivi di protezione individuale. Questi elementi non rappresentano di fatto una novità poichè già previsti dalla vigente normativa.

Sacconi ha poi annunciato tre misure da applicare obbligatoriamente ai lavori di manutenzione in ambienti confinati:

  • la formazione specifica del committente,
  • il divieto assoluto di subappalto nell’ambito degli ambienti confinati,
  • la presenza obbligatoria di un rappresentante dell’impresa committente – per il controllo e l’indirizzo – alle lavorazioni effettuate dall’impresa di manutenzione in appalto.

Questi tre elementi, che richiederanno una modifica al testo del D.lgs 81/08, sono, di fatto, una novità e avranno un impatto significativo sul settore delle manutenzioni.
Nell’ambito della stessa audizione, Il Ministro ha annunciato l’imminente presentazione dei testi di legge volti a regolamentare:

  • l’individuazione delle modalità di regolamentazione della disciplina della sicurezza per i volontari
  • la definizione della segnaletica stradale per i cantieri in presenza di traffico veicolare.

Saranno inoltre individuate le modalità per effettuare le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro e definiti i criteri per l’abilitazione dei soggetti pubblici o privati che dovranno realizzare tali verifiche.

Infine, è stata anticipata l’emanazione dei  bandi Inail per il 2010 ove sono previsti finanziamenti per 20 milioni di euro alle attività promozionali per le piccole e medie imprese, di cui 15 milioni per l’acquisto di attrezzature e 5 milioni per l’adozione di modelli. Per la formazione sono destinati 11 milioni di euro e altri 5 milioni per le attività presso le scuole..

Licenza CC - Bernieri Consulting