INAIL pubblica il modello OT24 per l’anno 2016 – Programmazione delle misure da realizzare.

maialino elmoL’INAIL ha pubblicato oggi il nuovo modello OT24 anno 2016 (invio entro febbraio 2017) da utilizzare per richiedere la riduzione del tasso medio di tariffa da parte delle aziende che abbiano posto in essere, nell’anno 2016, misure volte a migliorare le condizioni di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Sottolineiamo come, nel corso degli ultimi anni, vi sia un evidente, costante e sempre più marcato allontanamento dagli adempimenti obbligatori delle catalogo delle misure di prevenzione che danno diritto allo sconto. Il mero adempimento di legge, per quanto accurato, costituisce oggi la base di partenza per la realizzazione di ULTERIORI misure di miglioramento che, seppur non obbligatorie  (applicabili su base volontaria) sono le uniche in grado di giustificare la richiesta dello sconto all’INAIL.

Si raccomanda di tenere in considerazione le voci presenti nel modello per la definizione della programmazione degli interventi aziendali in materia di sicurezza. In particolare, occorre considerare i punteggi associati a ciascuna misura e, soprattutto, la documentazione probatoria che, in alcuni casi, è di difficile gestione.

Già dall’anno scorso, infatti, tutta la documentazione probatoria deve essere allegata alla richiesta di sconto e deve quindi essere integralmente reperita e sistemata prima dell’invio stesso. Deve essere rispettata la nomenclatura dei file, la completezza degli elenchi, i contenuti previsti e l’ingombro massimo dei singoli file.

Tra le novità di quest’anno, evidenziamo alcuni punti che, peraltro, saranno chiariti solo dopo la presentazione delle istruzioni per la presentazione del modello.

Da quest’anno occorre indicare se l’intervento coinvolge interamente o parte dell’organizzazione secondo questo dettaglio:

  • TG = Trasversale Generale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi e produce effetti su tutte le PAT della ditta)
  • T = Trasversale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi ma non necessariamente attuato in tutte le PAT della ditta)
  • SG = Settoriale Generale (può essere realizzato solo in alcuni settori e produce effetti su tutte le PAT)
  • S = Settoriale (il punteggio varia in funzione dei settori e può essere attuato non necessariamente in tutte le PAT)

Le differenti aree di intervento sono:

  • A INTERVENTI DI CARATTERE GENERALE
  • B INTERVENTI DI CARATTERE GENERALE ISPIRATI ALLA RESPONSABILITÀ SOCIALE
  • C INTERVENTI TRASVERSALI
  • D INTERVENTI SETTORIALI GENERALI
  • E INTERVENTI SETTORIALI

Lo sconto atteso, definito “oscillazione per prevenzione”, riduce il premio applicabile all’azienda. La riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo:

lavoratori-anno         riduzione
fino a 10                          28%
da 11 a 50                        18%
da 51 a 200                     10%
oltre 200                          5%

MODELLO OT 24 per l’anno 2016 (presentazione entro febbraio 2017)

 

 

scudo - protezioneI clienti assistiti da consulenza diretta della Bernieri Consulting potranno presentare la richiesta di sconto, attivandosi rapidamente per definire e programmare ed attuare le misure che danno accesso al beneficio.

 

Attenzione: occorre valutare attentamente l’opportunità di presentare la domanda di sconto.
La richiesta di un beneficio lavoristico, come lo sconto INAIL, comporta sempre la concreta possibilità di essere sottoposti a verifica documentale o ispettiva in relazione a quanto dichiarato. Ogni procedura ispettiva ha carattere discrezionale e non si può prevedere con certezza l’esito della valutazione operata dai funzionari INAIL. Inoltre, con riferimento alla richiesta di sconto inail con OT24, la documentazione probatoria è particolarmente ampia e non è sempre facile recuperarla integralmente.
Segnaliamo che, in caso di esito negativo della verifica documentale, è prevedibile, oltre alla revoca del beneficio e all’applicazione di una sanzione, anche la segnalazione dell’azienda agli enti ispettivi territoriali (ASL) per la rispettiva programmazione delle attività di vigilanza.

Anche nei casi in cui sia possibile produrre la documentazione probante richiesta per la compilazione del modulo OT24 riferito alle attività di prevenzione da noi realizzate, pur garantendo l’esatto adempimento agli obblighi di legge, consigliamo di astenersi dalla presentazione della domanda qualora il beneficio atteso dallo sconto sia di modica entità (sotto i 6.000 Euro) e non giustifichi il maggior rischio di ispezione e i maggiori costi di gestione della verifica ispettiva.

 

piedipaginah105