Interpello: idoneità dei lavoratori autonomi per operare nei cantieri temporanei o mobili.

minlavoroIl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con interpello n.7 del 2 maggio 2013, ha chiarito che il committente o il responsabile dei lavori per i cantieri temporanei o mobili dovrà, in fase di verifica dell’idoneità tecnico professionale del lavoratore autonomo, accertare il possesso della documentazione prevista all’allegato XVII, co.2, lett.d) del D.Lgs.n.81/08, ma non dovrà esigere la presentazione degli attestati inerenti la formazione e l’idoneità sanitaria del lavoratore autonomo. Infatti è possibile affidare il lavoro al prestatore autonomo sia in possesso della suddetta documentazione sia al soggetto privo degli attestati stessi, visto che per il lavoratore autonomo “beneficiare della sorveglianza sanitaria” e “partecipare ai corsi di formazione in materia di salute e sicurezza” sono facoltà e non obblighi.