Interpello su formazione RSPP

Offerta formativaIn un recente interpello datato 20 dicembre 2013, il Ministero del lavoro chiarisce un argomento da lungo tempo dibattuto e che ha generato non poche perplessità in sede di interpretazione e applicazione della normativa in materia di sicurezza: la ridondanza della formazione degli RSPP

Con coerenza rispetto ad altri recenti provvedimenti della regione Lombardia, anche il Governo sposa la tesi della INCLUSIONE della formazione minore all’interno di percorsi formativi di più alto livello.

In particolare, il personale formato come RSPP (Responsabili del servizio prevenzione e protezione) e gli ASPP non è soggetto all’obbligo di frequentare i corsi di formazione in materia di sicurezza previsti per i lavoratori. La formazione per i lavoratori ha una durata ben inferiore (dalle 8 alle 16 ore in funzione del livello di rischio) rispetto alla formazione prevista per l’RSPP (Articolata in tre moduli che complessivamente possono variare da un minimo di 64 ad un massimo di 120 ore).

Tenendo conto del fatto che, spesso, è lo stesso RSPP ad erogare la formazione ai lavoratori, il ministero ha opportunamente chiarito il fatto che per tale figura non è necessario documentare l’avvenuta formazione in qualità di lavoratori, considerando la stessa inclusa nell’attività formativa propria dell’RSPP.

cerchi200