Ispezioni: scambio dati tra INPS INAIL Ministero del lavoro e Agenzia delle Entrate

Il 4 Agosto 2010 è stato siglato un importante protocollo protocollo di intesa Ministero del Lavoro-INPS-INAIL-Agenzia delle Entrate Per lo scambio dati ed informazioni in materia di attività ispettiva, con lo scopo di innalzare le capacità di vigilanza sull’attuazione delle norme in materia di lavoro e di legislazione sociale, nonché migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’azione ispettiva nella lotta all’evasione contributiva ed al lavoro sommerso, attraverso la programmazione dell’attività di vigilanza indirizzata su obiettivi concreti e ottimizzando l’utilizzo delle risorse disponibili.

Sulla base del provvedimento, le singole amministrazioni (INPS, INAIL, Ministero del lavoro, Agenzia delle Entrate) condivideranno in tempo reale i seguenti dati:

Banche dati Ministero del lavoro e delle politiche sociali

  • Dati anagrafici e specifici delle Comunicazioni Obbligatorie
  • Dati georeferenziati dei datori di lavoro
  • Calendario delle ispezioni
  • Verbali ispettivi
  • Dati degli illeciti penali

Banche dati INAIL

  • Dati anagrafici aziende
  • Dati classificativi aziende
  • Verbali ispettivi
  • Calendario delle ispezioni
  • Denunce di nuovo lavoro temporaneo
  • Dati delle richieste DURC

Banche dati INPS

  • Dati anagrafici aziende/datori di lavoro attivi
  • Dati delle ispezioni (verbali ispezioni avvenute o in corso (VGOO)
  • Dati cassetto previdenziale
  • Calendario delle ispezioni
  • Lavoratori in godimento di trattamenti di sostegno al reddito {indennità disoccupazione, CIG, CIGS, contratti solidarietà, indennità mobilità, etc)
  • Datori di lavoro beneficiari intervento CIG ordinaria, straordinaria, agricola, CIGS, mobilità, contratti di solidarietà, etc.

Banche dati Agenzia Entrate

  • Dati anagrafici e dichiarativi
  • Verbali ispettivi
  • Dati di interesse emersi in sede di accertamento.

Il documento integrale è accessibile per i clienti che hanno sottoscritto il servizio Professional Newsletter CLICCANDO QUI

Per informazioni su come abbonarsi alle Professional Newsletter, CLICCA QUI