Linee guida per l’uso in sicurezza di scale portatili: Decreto Reg. Lombardia 7738/11.

La Regione Lombardia ha approvato le Linee Guida per l’utilizzo di Scale Portatili nei cantieri temporanei e mobili, con Decreto n. 7738 del 17/08/2011.

Le linee guida riguardano tutti i lavoratori esposti al rischio di caduta da una quota posta ad una altezza superiore a 2 metri. Vengono stabiliti, inoltre, i requisiti psico-fisici dei lavoratori addetti e viene indicato un protocollo sanitario specifico per la mansione.

Il documento è costituito da 42 pagine di cui 39 tecniche relative alle scale comprende:

  • Introduzione
  • Definizioni
  • Riferimenti Normativi
  • Misure generali di sicurezza nell’utilizzo delle scale
  • Idoneità sanitaria all’utilizzo di scale
  • Questionari per la registrazione delle attività di verifica, di conformità all’uso, ecc
  • Check list di controllo
    • accesso in quota
    • esecuzione lavori
  • Schede informative specificamente pensate per gli utilizzatori.
    • Utilizzo di scale portatili per l’accesso agli scavi, pozzi o cunicoli
    • Utilizzo di scale portatili per le attività di rimozione (strip out) impiantistica ed edile
    • Utilizzo di scale portatili per la realizzazione di pilastri in calcestruzzo
    • Utilizzo di scale portatili per passaggio da solaio a solaio
    • Utilizzo di scale portatili per la movimentazione di monoblocchi di cantiere
    • Utilizzo di scale portatili per l’esecuzione di finiture ed intonaci
    • Utilizzo di scale portatili per l’esecuzione  di impianti  (elettrici, idraulici, trattamento aria ecc.)
    • Utilizzo di scale portatili per  lavori di assistenza  ai fini dell’esecuzione  di impianti (elettrici, idraulici, trattamento aria ecc.)
    • Utilizzo di scale portatili per la posa e disarmo dei  casseri d’armatura
    • Utilizzo di scale portatili per la realizzazione delle opere di banchinaggio
    • Utilizzo di scale portatili per l’apertura e chiusura della copertura superiore degli automezzi telonati

Ricordiamo che le linee guida approvate dalle regioni hanno valore di legge e il loro mancato ossequio, in assenza di norme tecniche o linee guida concorrenti, costituisce inadempimento agli obblighi generali di prevenzione e protezione dai rischi, come previsto dagli articoli 71   del D.Lgs 81/08

CLICCA DI SEGUITO PER SCARICARE IL DOCUMENTO COMPLETO.