Manovra, modifiche al D.lgs 81/08: esonerata la PA

La Manovra appena varata dal Governo contiene un articolo di modifica del Testo unico sulla sicurezza: il D.Lgs 81/08.

All’articolo 8 della manovra compare un comma che restringe il campo di applicazione del testo unico, escludendo la Pubblica Amministrazione dall’applicazione degli articoli 28 e 29 del D.lgs 81/08.

Così facendo, la pubblica amministrazione (scuole, ospedali, comuni, enti ed istituzioni, polizia, camere di commercio e ogni altro ente appartenente alla PA) non è più tenuta alla redazione del Documento di Valutazione dei Rischi secondo le regole comunemente vigenti. Inoltre, sempre per la pubblica amministrazione, si concretizza  non una semplice proroga, ma una vera e propria esenzione dall’obbligo, in scadenza a luglio, di effettuare la valutazione dello stress lavoro correlato.

Si attende di conoscere il testo ufficiale della manovra per poter valutare correttamente le implicazioni della modifica normativa che, come anticipata, appare di difficile comprensione e odiosa, poichè introduce una ingiustificata disomogeneità nell’applicazione della normativa in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro.

Aggiornamento del 30/05/2010

In anteprima pubblichiamo il testo di legge che, se non alterato dai vari passaggi istituzionali, modificherà il D.Lgs 81/08:

DECRETO-LEGGE RECANTE MISURE URGENTI IN MATERIA DI STABILIZZAZIONE FINANZIARIA E DI COMPETITIVITA’ ECONOMICA

Articolo 8

comma 12. Gli articoli 28 e 29 del decreto legislativo 9  aprile 2008, n. 81, in materia di rischio da stress lavoro-correlato, non si applicano alle amministrazioni pubbliche 13. All’art. 41, comma 7, del decreto.

testo modificato per la firma del capo dello stato. SI VEDA LA NEWS PIU’ RECENTE: http://berniericonsulting.com/general/pa-e-stress-la-manovra-stabilisce-solo-una-proroga-957