Obbligo di visita medica in caso di riassunzione

La Commissione interpelli del Ministero del Lavoro, con risposta a interpello n.8 del 24 ottobre, ha chiarito che nel caso di assunzioni successive di uno stesso lavoratore esposto al medesimo rischio, nel corso di validità della visita preventiva o della visita periodica prevista dall’art.41 del D.Lgs. n.81/08 e comunque per un periodo non superiore a un anno, non vi è obbligo, per il datore di lavoro, di ripetere la visita medica preventiva/periodica, in quanto la situazione sanitaria del lavoratore è nota al medico competente.