Prorogato al Marzo 2014 l’invio dei dati sanitari aggregati da parte dei medici competenti

icontexto_inside_netvibesIl Ministero della Salute con decreto 6 agosto 2013 rimanda l’obbligo informativo dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, entro marzo 2014, a causa delle difficoltà applicative del software predisposto dall’INAIL.

E stato pubblicato Gazzetta ufficiale n.212 del 10-9-2013  il Decreto 6 agosto 2013 del Ministero della Salute in materia di “Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, ai sensi dell’articolo 40 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Il decreto modifica l’articolo 4 del DM 9 luglio 2012 e dispone che il medico competente trasmetta esclusivamente per via telematica le informazioni richieste entro il marzo 2014, ovvero”entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di avvenuta costituzione della piattaforma informatica predisposta dall’INAIL per raccolta dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori (di cui all’allegato 3B)”. Questa piattaforma è online solo dal  1° giugno 2013.

Il medico dovrà successivamente trasmettere i dati entro il primo trimestre di ciascun anno successivo.