Sicurezza del lavoro: in vigore le sanzioni per il regolamento CLP

Da oggi, saranno sanzionati i produttori, gli importatori e gli utilizzatori di sostanze e miscele non rispondenti al regolamento CPL per classificazione, etichettatura, imballaggio, schede di sicurezza.

E’ infatti stato pubblicato il D. Lgs. 27 ottobre 2011, n. 186 recante “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio di sostanze e miscele” (Gazzetta Ufficiale n.266 del 15 novembre 2011).

 Il decreto ele sanzioni ivi previste saranno in vigore dal 1/12/2011

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PROVVEDIMENTO CON OGNI DETTAGLIO RELATIVO ALLE SANZIONI

Il Decreto Legislativo prevede esclusivamente sanzioni amministrative (non penali) che vanno da un minimo di 3.000 ad un massimo di 90.000 euro, applicate in modo variabile in base alla natura ed all’entità della violazione commessa.

Evidenziamo il fatto che molte sanzioni sono applicate anche all’UTILIZZATORE, e non solo al fabbricante o all’importatore. Acquistare e utilizzare sostanze chimiche con etichettatura, imballaggio, classificazione e scheda di sicurezza (MSDS) non conformi ai nuovi regolamenti espone dunque a pesanti sanzioni e comporta, di fatto, la necessità di una attenta vigilanza in sede di acquisto e ricezione delle merci (sostanze  o miscele).

 

In particolare, sono previste sanzioni in caso di errori, omissioni, falsità su:

  • classificazione, (15.000 euro a 90.000 euro)
  • etichettatura e imballaggio, (15.000 euro a 90.000 euro)
  • informazioni su sostanze e miscele, (10.000 euro a 60.000 euro)
  • revisione della classificazione, (15.000 euro a 90.000 euro)
  • limiti di concentrazione (15.000 euro a 90.000 euro)
  • fattori moltiplicativi (M) (10.000 euro a 60.000 euro)
  • lingua di redazione di etichettature e msds (3.000 euro a 18.000 euro)
  • etichettatura ed imballaggio (II previsione –  5.000 euro a 30.000 euro)
  • nomenclatura errata (5.000 euro a 30.000 euro)
  • errori nell’indicazione dei consigli di prudenza (3.000 euro a 18.000 euro)
  • aggiornamento dell’etichettatura (5.000 euro a 30.000 euro)
  • comunicazioni e notifica all’Agenzia europea (5.000 euro a 30.000 euro)
  • comunicazione all’Archivio dell’Istituto superiore di sanità (3.000 euro a 18.000 euro)

Alle sanzioni pecuniarie amministrative si aggiunge la sanzione penale dell’arresto o ammenda fino a 150.000 euro nel solo caso di sperimentazione sugli esseri umani.

Il Regolamento CLP (Classification, Labelling and Packaging) ha uniformato il sistema globale di classificazione dei prodotti chimici GHS (Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals). La norma completa il panorama della regolamentazione REACH.

Di recente, sono state inoltre pubblicate le linee guida Lombarde per le ispezioni aventi come oggetto l’applicazione dei regolamenti CLP (Si veda questa NEWS del 16/11/2011)

Si veda inoltre la circolare esplicativa della Commissione Consultiva Permanente in materia di applicazione del regolamento CLP (nostra news dell’01/07/2011)

Si veda infine ogni dettagli relativo all’entrata in vigore del regolamento CLP (Nostra news del 08/06/2010)

Le anticipazioni sono state pubblicate con news del 03/06/2010 (contenente una utile tabella di riferimento e conversione) e News del 25/01/2009

Per qualsiasi ulteriore informazione, chiarimento, consulenza, la segreteria operativa è a disposizione della clientela. Per contattarci, oltre  ai recapiti abituali, è disponibile il form online: CLICCA QUI