Sistri: prorogato a dopo l’estate.

Il ministro Stefania Prestigiacomo ha firmato il decreto che proroga nuovamente l’avvio dell’operatività del sistri: il sistema di tracciamento digitale dei rifiuti. Il debutto avverrà a tappe, a partire dal 1° settembre, secondo le dimensioni delle 360mila imprese coinvolte.  Dopo il click day dell’11 maggio scorso sono stati evidenziati gravi problemi operativi alla piattaforma informatica. Per la Prestigiacomo «è prevalsa la volontà di trovare un’intesa fondata su responsabilità e impegno reciproci».

Ecco le tappe dell’attuazione:

Entrata in vigore il primo settembre per produttori di rifiuti che abbiano più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento (circa 5 mila) e per i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui superiori alle 3 mila tonnellate (circa 10 mila).

Entrata in vigore il primo ottobre per produttori di rifiuti che abbiano da 250 a 500 dipendenti e Comuni, Enti e Imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania.

Entrata in vigore il primo novembre per produttori di rifiuti che abbiano da 50 a 249 dipendenti.

Entrata in vigore il primo dicembre per produttori di rifiuti che abbiano da 10 a 49 dipendenti e i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui fino a 3 mila tonnellate (circa 10 mila).

Entrata in vigore il primo gennaio 2012 per produttori di rifiuti pericolosi che abbiano fino a 10 dipendenti.

Sono inoltre previste “procedure di salvaguardia in caso di rallentamenti del sistema e una attenuazione delle sanzioni nella prima fase dell’operatività” del SISTRI.