UE: pubblicazione sulla manutenzione sicura

Presentata a Bruxelles la nuova pubblicazione dell’Eu-Osha “La manutenzione sicura nella pratica”.

Il documento affronta il delicato tema delle  strategie di successo per ridurre al minimo i rischi correlati alle operazioni di manutenzione, operazioni che anche se rischiose sono essenziali per mantenere luogo e strumenti di lavoro sicuri.

Ecco in sintesi i punti individuati come critici e vincenti per una manutenzione sicura:

  1. L’impegno della direzione aziendale: è un fattore determinante per il successo della riduzione dei rischi durante le manutenzioni. E’ quindi imprescindibile che la direzione aziendale stabilisca un adeguato stanziamento di risorse umane e finanziarie e che mostri quindi un impegno reale per diffondere la cultura della sicurezza nell’organizzazione.
  2. Il coinvolgimento attivo dei lavoratori nella gestione della tutela della loro sicurezza: permette di attingere alle conoscenze che i lavoratori hanno del luogo e degli strumenti di lavoro.
  3. Prima di intraprendere qualsiasi operazione di manutenzione deve essere condotta  una valutazione dei rischi approfondita e basata sulle conoscenze dei lavoratori che devono altresì essere incaricati di monitorare l’andamento della manutenzione in corso d’opera.
  4. L’applicazione del principio di gerarchia della prevenzione: dall’eliminazione del fattore di rischio all’uso di dispositivi di protezione individuali
  5. La combinazione delle misure preventive per cui è bene affiancare sia  l’attuazione di procedure di sicurezza, sia  iniziative di addestramento per quanto riguarda la sicurezza comportamentale
  6. L’adozione di procedure passo passo, sicure e chiaramente descritte, per ogni fase del lavoro di manutenzione. Deve essere stabilito a priori l’ordine delle operazioni da compiere utilizzando possibilmente schemi chiari, quali diagrammi di flusso, che permettano di operare la scelta corretta ad ogni fase, prevedendo anche l’arresto dell’operazione in caso di imprevisto non gestibile.
  7. Una costante comunicazione tra tutti i soggetti coinvolti nell’operazione: dagli operai che realizzano la manutenzione, a tutti i lavoratori che possano trovarsi a lavorare nelle immediate vicinanze dell’azienda, compreso il personale di diversi appaltatori.
  8. La valutazione in corso d’opera delle operazioni in modo da migliorarle continuamente attraverso il feed back dei lavoratori, ispezioni, risultati della valutazione dei rischi, occorrenza di infortuni, ecc.
  9. Fornire ai lavoratori che opereranno la manutenzione una adeguata e specifica formazione in materia di salute e sicurezza relativa ai rischi che andranno ad incontrare
  10. Le operazioni di manutenzione devono essere integrate nel sistema di gestione della salute e della sicurezza e quindi regolarmente pianificate, realizzate, valutate e migliorate.

Il documento è disponibile a questo link: http://osha.europa.eu/en/publications/reports/safe-maintenance-TEWE10003ENC/view