Valutazione dei rischi necessaria anche per gli alloggi in uso al lavoratore

Con la sentenza n. 4939 del 4 febbraio 2010, la IV Sezione Penale della Cassazione ha confermato la responsabilità penale del datore di lavoro che ha omesso di valutare i rischi relativi all’utilizzo dell’alloggio messo a disposizione del dipendente per motivi di lavoro. Nel caso specifico, l’omessa valutazione dei rischi relativi all’utilizzo dell’impianto di riscaldamento, ha cagionato la morte del dipendente e dei suoi familiari, deceduti per intossicazione da monossido di carbonio.

Testo della sentenza: Cassazione Penale, alloggio e vdr